Halloween nei Paesi Bassi

La scorsa settimana avevamo trovato nella cassetta delle lettere un foglio stampato su due lati, da una parte c'era un'immagine di Jack-O'-Lantern, mentre, sul retro, vi erano una serie di spiegazioni in Olandese.
Aiutandomi con il vocabolario ma soprattutto con la traduzione approssimativa di Babelfish ero riuscita a capire che stasera i bambini e i ragazzi del nostro quartiere sarebbero passati di casa in casa a porre la tradizionale domanda "dolcetto o scherzetto"?
Sul volantino veniva poi spiegato che, chi fosse intenzionato a partecipare, avrebbe dovuto applicare sulla porta di casa o in un posto ben visibile la pagina con l'immagine di Jack-O'-Lantern, inoltre, per venire incontro ai genitori che lavorano, i bambini sarebbero passati fra le 19 e le 20,30 di sera (gli Olandesi cenano molto presto, alle 17,30-18).
Abbiamo deciso di partecipare anche noi all'iniziativa e nei giorni scorsi avevo acquistato un bel po' di caramelle ai vari gusti, cioccolata al latte, marshmallows e ieri sera avevo preparato dei piccoli sacchettini da dare ai bambini. Pensavo di averne fatti tanti ma non avevo fatto i conti con le tipiche famiglie Olandesi che hanno in media 2-3 figli!
Oggi ho dedicato la giornata agli addobbi, ho acquistato una zucca non molto grande e l'ho ritagliata con le fattezze di Jack
poi ho preparato qualche scritta con il computer da applicare sulle finestre e un semplice fantasmino da appendere alla porta.
Stasera alle 19 è iniziato lo show, si presentavano in coppia o a gruppetti, tutti mascherati, alcune bambine intonavano una canzoncina di Halloween e venivano ricompensati con il sacchettino di dolciumi, alle 20 avevamo però già finito quasi tutto e agli ultimi arrivati ho dato dei biscotti (frollini) Italiani che sono stati comunque ben accetti.
Puntualmente alle 20,30 hanno smesso di suonare il campanello, si è sentito vociare ancora per un'oretta in strada e poi è tornata la calma.
Mi ha colpito vedere come abbiano rispettato alla perfezione l'orario (prima delle 19 e dopo le 20,30 nessuno ha suonato il campanello) e le scelte delle persone (alcuni nostri vicini non avevano appeso il volantino e i bambini non si sono presentati alla loro porta) e l'aria di festa che si è creata nel quartiere.
E' stato bello partecipare ma il prossimo anno dovremo rivedere il quantitativo di dolcetti, altrimenti potremmo rischiare qualche "scherzetto" .
Trick or treat?
.
.

6 commenti:

Copyright © 2005-2017 GIRINGIRO BLOG